Terapie di Gruppo

terapia-di-gruppo

  • YOGA RIABILITATIVO INDIVIDUALE O DI GRUPPO
    Ginnastica che rispettando i propri limiti risulta efficace per la sua azione di stretching e scorrimento tendineo e muscolare. Partendo dalla respirazione e dalla coordinazione questa disciplina è un momento di concentrazione e rilascimento utilie per scaricare le tensioni muscolari del fisico. Effettuato non in fase acuta e infiammatoria porta ad un miglioramento dello stato articolare, del benessere e dello stato emotivo.
  • BACK SCHOOL
    La Back school si è dimostrata la metodica più efficace e duratura nel trattamento dei dolori vertebrali.
    E’ in un certo senso rivoluzionaria, perché rende il soggetto sofferente di dolori vertebrali, non più passivo esecutore di cure prescritte dal medico, ma attivo protagonista del suo trattamento. Egli, che è la prima persona interessata, diventa anche il primo responsabile. La Back School è una scuola della schiena, in quanto è una vera e propria formazione terapeutica per la conoscenza della colonna vertebrale, delle algie ad essa legate e di come gestirle attraverso il movimento corretto. Nel nostro centro seguiamo la Back School con i dettami delle linee guida internazionali per la lombalgia e la tecnica di Benedetto Toso (Milano).

Back School

  • NECK SCHOOL
    Trattamento delle patologie-algie del tratto cervicale, con trattamento preventivo-rieducativo. Attività di gruppo con tecnica Neck School di B. Toso (Milano)

terapie-gruppo7e4

  • BONE SCHOOL
    “Scuola dell’osso” per la prevenzione e cura dell’ Osteoporosi   tramite trattamento con protocolli  preventivo-rieducativi.
    La premessa fondamentale all’utilizzo dell’esercizio riabilitativo è che l’osso è un tessuto meccano-sensibile che si adatta al movimento. La conoscenza di fattori che influenzano il ricambio del tessuto osseo ha portato a programmi riabilitativi che massimizzano gli effetti osteogenici dell’esercizio sullo scheletro, riducendo l’incidenza di fratture da ridotta densità ossea. Gli esercizi di Bone School sono di gruppo, ma più individualizzati possibile, prevedono addestramento allo svolgimento, con modalità sicure, di esercizi aerobici, dinamici a medio impatto.
    Bone School di B. Toso (Milano)

Bone School

  • A.F.A. – ATTIVITA’ FISICA ADATTATA
    L’AFA, “Attività Fisica Adattata”, è un programma di esercizi  per il contrasto alle malattie croniche. E’ rivolto a persone adulte e anziane in condizione di salute fragile che presentano condizioni dolorose ricorrenti, quali sindrome algica da ipomobilità o da osteoporosi, rachialgia cronicizzante. Semplici esercizi fisici alla portata di tutti, che permettono al corpo di rimanere in movimento.
    L’AFA è salute orientata, non malattia orientata: è riconosciuta come una delle azioni di prevenzione più efficaci nel promuovere l’adozione di corretti stili di vita.UNA ATTIVITA’ MOTORIA REGOLARE PROLUNGATA NEL TEMPO COMPORTA BENEFICI A LIVELLO DI:
    Miglioramenti cardiorespiratori
    Diminuzione della pressione a riposo
    Migliora il rapporto tra colesterolo LDL e HDL
    Aumenta le capacità funzionali
    Effetti benefici sulla composizione corporea (muscoli e ossa)
    Riduce i fattori di rischio
    Migliora lo stato generale psicofisico

A.F.A. – ATTIVITA’ FISICA ADATTATA

  • ATTIVITA’ FISICA CONSERVATIVA PER LA PREVENZIONE E CURA DELLE PATOLOGIE ARTROSICHE DELL’ARTO INFERIORE E SUPERIORE
    Il paziente va educato alla prevenzione e a gestire in prima persona la malattia; ad essere protagonista  a fianco del riabilitatore  nel suo piano di trattamento.
    In ambito ortopedico dove non sia possibile la “restitutio ad integrum” per una patologia degenerativa, come può essere considerata l’artrosi del ginocchio e dell’anca, il paziente può, assieme al fisioterapista, gestire il dolore e nel contempo eseguire una serie di esercizi terapeutici.
    Questa attività rimedia la dimunuzione dell’escursione articolare e aumenta la forza muscolare atta a proteggere l’articolazione stessa.
    Il programma conservativo per l’artrosi dell’anca – ginocchio – caviglia – spalla, prevede:

    • LA RIDUZIONE DEL DOLORE CON TERAPIA FISICA – ESERCIZI DI CHINESITERAPIA

      • mobilizzazioni lente e graduali senza superare la soglia del dolore
      • auto-pompage articolari e muscolari allo scopo di aumentare
      • l’escursione articolare e liberare le aderenze delle fasce muscolari
      • rafforzamento muscolare dapprima isometrico, poi isotonico e poi
      • contro-resistenza con fasce elastiche, piccoli pesi, attrezzatura isotonica e pedana propriocettiva

 

  • ATTIVITA’ FISICA CON ATTREZZATURA TECNOLOGICA E CON PICCOLI ATTREZZI

    • Per il recupero e rinforzo muscolare del soggetto dopo patologie infiammatorie traumatiche o esiti di interventi ortopedici.
    • In soggetti per il recupero delle normali attività di vita quotidiana e del tempo libero
    • In ambito sportivo.

piccoli-attrezzi1 piccoli-attrezzi2 piccoli-attrezzi3 piccoli-attrezzi4

 

  • PILATES POSTURALE
    Gli esercizi proposti in questo programma seguono i principi fondamentali del metodo Pilates Posturale evidenziando come la postura sia l’espressione di un sistema integrato  tra corpo e mente, e il movimento sia la risultante di un equilibrio sottile tra tensione e rilassamento.
    Questo programma di esercizi hanno l’obiettivo di restituire al paziente la migliore funzionalità motoria possibile tramite:

    • Stabilità del baricentro e funzionalità motoria
    • Respirazione cosciente per coadiuvare la stabilizzazione del baricentro
    • Precisione e allineamento dei movimenti
    • Controllo motorio, capacità di eseguire movimenti senza compensi
    • Concentrazione, cioè focalizzarsi sulla propriocezione
    • Fluidità e coordinazione

 

  • TAI CHI RIABILITATIVO DI GRUPPO PER LA COORDINAZIONE E L’EQUILIBRIO
    Mobilizza le articolazioni, e se effettuato non in fase acuta e infiammatoria, porta ad una mobilizzazione delle articolazioni, ottiene una migliore postura grazie al fatto che si impara a diminuire lo sforzo e la sollecitazione sulle articolazioni dolenti rilassando i muscoli contratti. Si impara ad essere più stabili sulle gambe anche nei momenti di minor equilibrio evitando cadute accidentali. Questa disciplina si pratica lentamente e in modo costantemente equilibrato e controllato. Questa attività si pratica sempre in stazione eretta.